COME VINCERE LE ELEZIONI CON IL WEB MARKETING

Sei un aspirante politico, parlamentare, o vuoi solo diventare famoso? Vuoi candidarti per una Carica Importante ?

Sappi che se non hai una presenza efficace sul WEB, grazie al Marketing, non andrai lontano…

Che tu voglia crederci o no, oggi l’impatto che ha il WEB sulla politica è senza precedenti.


ELETTORATO INFORMATICO

Negli U.S.A. la chiamano Lead Generation (generatore di clienti) e ne parlerò più diffusamente nelle pagine a seguire.

E’ già passata alla storia la campagna del 2012, con la quale il presidente Obama vinse per la seconda volta la corsa alla casa bianca, mentre tutti lo davano per battuto contro il repubblicano Romney.

Obama non è stato il primo presidente degli U.S.A. ad implementare in maniera massiccia ed efficace il mondo del WEB, ma di sicuro è stato il primo a sfruttarlo in maniera efficace ed a raggiungere un obiettivo tra i più importanti al mondo.

Il tweet della vittoria di Obama, è stato ricondiviso ben 350mila volte entro i primi sessanta minuti dal suo invio, ricevendo nello stesso lasso di tempo ben 120 mila “like” dei lettori di Twitter, e ha poi superato la soglia del mezzo milione di “reTweet”, con cui guida attualmente la classifica di Twitter.

L’ormai uscente Presidente Obama, utilizzò principalmente Twitter e Facebook come Social Network.


STRATEGIE CHE FUNZIONANO

Se anche tu miri ad incarichi politici e sei prossimo alle elezioni, ti consiglio di non sottovalutare la potenza del WEB. Oggi puoi reclutare fan, follower, iscritti di partito e voti grazie alla tua presenza ed alle strategie che tra poco ti rivelerò.

Seguimi fino alla fine e ti sarà tutto più chiaro. Ti svelerò la procedura in 5 PASSI per creare la tua Campagna Elettorale ONline.

Non sto parlando di mezzucci, sotterfugi, di acquistare LIKE o altri sistemi poco chiari e dalla dubbia efficacia nel tempo.

Sto parlando di un metodo scientifico, basato sui dati.

Si, hai capito bene, i dati, i numeri. Perché uno dei vantaggi della rete è la possibilità di misurare in maniera semplice e veloce tutto ciò che ci interessa.

Immagina di voler calcolare a quante persone sia piaciuto il tuo programma elettorale, stampato in oltre 10.000.000 di copie e distribuito su tutto il territorio nazionale. Domandati:

  • Quanti lo avranno gettato dopo 5 metri al primo cassonetto?

  • Quanti lo avranno apprezzato?

  • Quanti lo avranno confrontato con quello del maggior concorrente?

  • Di che sesso sono e che età hanno le persone che lo hanno apprezzato?

  • In quale regione o città abitano?

Mi dispiace, smettila di cercare, perché non troverai alcuna risposta sensata.

ONline invece puoi farlo.

Puoi sapere chi ha visualizzato un determinato contenuto, a che ora lo ha fatto e se ha aperto la mail che gli hai mandato.

Puoi incrociare questi dati, lavorare su quelli che non funzionano, migliorando il messaggio oppure lavorando sul pubblico.

Inoltre, con gli strumenti a disposizione, dai voce direttamente agli elettori. Puoi organizzare brevi sondaggi con i quali far scegliere agli elettori i punti per te più importanti.

Con questa tecnica, coinvolgi il pubblico nelle scelte tue o del partito ed aumenti la tua AUTOREVOLEZZA.

SI chiama WEB Marketing ed è il sistema che viene utilizzato nel mondo per sponsorizzare contenuti ON ed OFFline.

Se hai bisogno di nuovi elettori, per le prossime elezioni comunali, regionali ecc., hai trovato la strategia giusta.


Campagna Elettorale ONline in 5 PASSI

Andiamo ora a vedere quali sono i passi da compiere per intercettare gli utenti che ci interessano.

1. Intercetta  i tuoi sostenitori

Le persone che vivono il web usano incontrarsi in gruppi, pagine, community o forum, perchè accomunati dagli stessi interessi.

Lo staff di Obama li intercettò e instaurò un dialogo duraturo con loro.

E’ possibile infatti confrontarsi all’interno dei gruppi di discussione, dare ai sostenitori la possibilità di scegliere tra le varie possibilità di intervento (sui social network Obama si preoccupava sempre di chiedere il parere dei suoi simpatizzanti).

Puoi geolocalizzare il tuo Target, restringendo il campo di ricerca adattandolo alle dimensioni geografiche che ti interessano (se sei candidato sindaco, ti interesserà il solo comune o i soli residenti).

E’ possibile “controllare” il comportamento dell’utente


Inserendolo di volta in volta in classi omogenee di utenti (tutti quelli che hanno cliccato su una pagina, oppure tutti quelli che hanno fatto una donazione). Chiedendo di compiere ai tuoi utenti determinate azioni, andrai ad interrogare solo quelli che le hanno compiute (di solito via mail).

E’ come andare in guerra e sparare con un mitra, piuttosto che con un arma dotata di puntatore laser. E probabile che con il mitra tu faccia più danni, ma quanti alleati, donne, bambini e anziani pagherebbero inutilmente?

Quanti colpi sprecheresti col mitra rispetto al laser? Non conosco la quantità dei tuoi colpi, ma credo che tu abbia bisogno di comprarli, o sbaglio? Ricorda che i tuoi colpi non saranno infiniti come nei videogames.

Con il laser invece controlli con precisione i bersagli e lasci decidere al tuo sistema di controllo chi colpire.

2. Crea interazione tra i SOSTENITORI

Non basta trovare i sostenitori, bisogna anche farli interagire tra di loro, per trasformali (arrivati al traguardo), in elettori.

Puoi infatti invitare i partecipanti alla creazione di blog post e video.

Alcuni, riprendendo l’esempio della campagna di Obama, crearono dei contenuti digitali distribuiti gratuitamente in cambio di una donazione volontaria.

3. Stimola i sostenitori all’AZIONE

Ora devi mobilitare i tuoi seguaci e farli diventare dei veri attivisti.

Puoi sfruttare la newsletter per fare delle piccole richieste precise e spronare all’azione.

Ognuno riceverà un’email personalizzata in base al sesso, età, etnia, interessi, luogo di residenza.

Alcuni esempi:

  • Le donne riceveranno campagne che riguardano i diritti delle mamme lavoratrici;

  • I giovani riceveranno campagne sull’occupazione.

  • I padri riceveranno campagne sulla sicurezza.

Questa strategia ebbe un successo inaspettato per Obama, perché riuscì a rendere partecipi anche i sostenitori meno attivi, che generalmente non danno un reale contributo nelle campagne elettorali (riuscì a muovere delle leve potentissime).

4. Sostieniti con le DONAZIONI.

Così come fece Obama nella campagna elettorale del 2008 potresti raccogliere fondi online. Obama rifiutò i finanziamenti pubblici e decise di acquisire fondi solo tramite i piccoli donatori online.

Grazie a questi contributi, è riuscito a stravolgere completamente le sorti delle presidenziali americane.

Almeno su questo in Italia, siamo al passo coi tempi. Nel belpaese il movimento 5 stelle si è finanziato autonomamente rifiutando il finanziamento pubblico (cosa poi diventata un cavallo di battaglia).

5. Diffondere il proprio MESSAGGIO.

Internet è principalmente uno strumento da utilizzare per diffondere in maniera virale i propri contenuti.

Lo staff di Obama ripose molta fiducia in questo strumento permettendo a chiunque di riutilizzare i contenuti della campagna.

E’ ancora in rete il famoso remixaggio “Yes We Can” del cantante Will.I.Am, che ne fece una canzone molto popolare e generando il tormentone “Yes We Can” arrivato anche in Italia.

Oggi sono nati ulteriori strumenti di condivisione contenuti in streaming (tempo reale), che lo stesso Presidente del Consiglio Renzi ha iniziato ad utilizzare sulla sua Fanpage.


TI PRESENTO IL GENERATORE DI ELETTORI

Per tutto quello che ho descritto finora, un aspetto da non sottovalutare è che questo sistema risulta essere anche il più economico, sia in termini di risorse umane che economiche.

Al di la di quello che hai in mente di fare per la tua campagna elettorale, se non vuoi perderti un importante strumento di crescita dal basso, oggi è chiaro che devi usare il web.

Oggi sempre più tendiamo a evitare la carta stampata, rinunciando a leggere volantini, brochure, ecc.

Questo a vantaggio dell’informazione ONline.

Statistiche recenti, dimostrano che a fronte di circa 2 Milioni di abituè della carta stampata, 20 Milioni di persone hanno un profilo Facebook (circa il 30% dell’intera popolazione italiana). Se Al traffico che generano questi, aggiungiamo tutte le restanti piattaforme (Google su tutte), arriviamo a toccare numeri da capogiro.

Abbiamo creato un serbatoio dal quale attingere a comando.

COME FARE PER RAGGIUNGERE PERSONE CHE ACCOLGANO IL TUO MESSAGGIO?

Con il meccanismo che ho spiegato al punto 1, andiamo a fare LEAD GENERATION, ossia generazione di clienti (nel tuo caso, GENERAZIONE DI ELETTORI).

Come si fa?

Devi chiedere alle persone interessate ai tuoi contenuti (programma elettorale) l’email, perché è grazie a quella mail che potremo successivamente intrattenere una relazione.

Pensaci un attimo daresti accesso alla tua mail al primo sconosciuto che capita?

Certo che no. Perché la propria Email nel 2016 è diventato un luogo INTIMO. E’ come la nostra vecchia cassetta della posta (non ti piacerebbe sapere che qualcuno sbircia tra le tue cose…).

Ed è in un luogo simile che possono nascere importanti relazioni.

Per ottenere la fiducia degli utenti devi essere il primo a concedere qualcosa di valore.

Se sei un politico, quello che potresti fare per “raccogliere” le email dei tuoi futuri elettori è spiegare un punto alla volta, tutto quello che di buono prevede il tuo programma elettorale.

Il solo dedicare del tempo ad argomenti di sicuro interesse, verrà percepito come VALORE.

Puoi farlo inviando una serie di email con cadenza settimanale, oppure tramite delle sessioni LIVE, durante le quali esalti in diretta il tuo programma e rispondi alle domande degli utenti.


Il tutto comodamente da casa o dall’ufficio.

Ora mi pare ovvio che se non conosci questi argomenti ti sembrerà più difficile di quanto non lo sia in realtà.

Se invece non intendi imparare da solo, ma preferisci lasciar fare a professionisti che lavorano quotidianamente con questi concetti, puoi chiedere a noi di GENERATORE DI CLIENTI.

Uno degli strumenti che usiamo esattamente come il laser di cui parlavo prima è Linkedin.

Oggi Linkedin è uno strumento dove incontri gruppi di persone accomunate da interessi specifici, nei quali si scambiano informazioni tecniche, aggiornamenti, Best Practice ecc...

Grazie ad anni di studio, abbiamo sistematizzato un meccanismo che ti consente di raggiungere esattamente il target che ci interessa:

  • Odonoiatri.

  • Commercilisti.

  • Influencer.

  • Sindaci, consiglieri, assessori…

Insomma, Linkedin è una risorsa che se sfruttata al massimo (come facciamo noi) rappresenta una vera miniera d’oro.

CASE HISTORY

Abbiamo iniziato una campagna di reclutamento per il Dr. Antonio Panico, un bravissimo Business Coach fiorentino (dall’accento napoletano).

Considerato che parte del suo target proviene dal mondo della medicina, la sua richiesta è stata di incrementare i contatti tra i medici ed in particolar modo tra gli odontoiatri.

Ebbene nel giro di poche settimane, siamo riusciti a raggiungere e rendere suoi follower oltre 500 utenze in target.

Cosa significa questo?

Che da oggi qualunque suo contenuto viene “esposto” potenzialmente a più di 500 persone che potrebbero essere interessate a migliorare il proprio Business, le proprie performance ecc…

Se non bastasse ciò, sappi che abbiamo di ognuno di loro la email.

Perciò non sto parlando di 500 semplici like oppure di 500 semplici follower, ma di connessioni vere e proprie.


Siamo specializzati nell’applicare questa procedura che ho descritto qui brevemente e posso dire con orgoglio, che la cosa ci riesce veramente alla grande.

Sono molte ormai le aziende e le organizzazioni che aiutiamo quotidianamente e tutte ottengono brillanti risultati.

E’ ovvio che la tua strategia sul WEB, come qualunque altra, necessita di tempo per portare dei frutti. Pertanto ti invito a programmare l’inizio di una CAMPAGNA ONline dai 6 ai 12 mesi precedenti le votazioni.

Se ti interessa capire meglio come funziona, compila il form che trovi a questo link e verrai ricontattato per un colloquio informale.

Non ho voluto svelarti tutte le tecniche che solitamente applichiamo, e ti posso dire che nella scena politica, ognuno usa differenti strategie. Il prossimo vincitore userà un mix di tutte queste strategie, sarai tu o il tuo peggior nemico?

Buona campagna elettorale.

guido